Crea sito

Peccato

Altri post

Facciamo finta che non mi venga da vomitare solo ripensando alla fiera di ipocrisia e schifo di cui sono stata involontaria testimone al funerale di mia nonna.
Peccato che far finta non mi sia mai riuscito molto bene, specialmente in mezzo ad estranei contriti che mi stringono la mano bisbigliandomi condoglianze all’orecchio. Ma chi ti conosce, chi t’ha mai visto?

Non posso chiudere questo post così, per cui… .
L’altra sera ho *provato* a guardare Cappuccetto Rosso e gli insoliti sospetti. Ho resistito ben 5 minuti e 43 secondi prima di scappottare ed optare per la seconda opzione, La guerra dei mondi… eh, mi ha turbato non poco. Così ieri per risollevarmi il morale dall’iniquità che mi circonda ho utilizzato la terza opzione della mini cineteca, Madagascar: boh, chi mi conosce sa che non sono una patita dei film d’animazione, però… sono una patita degli esserini piccini morbidosi un po’ sfigatelli, quindi non potevo non impazzire di tenerezza alla vista di un cucciolo tutto occhioni.

Mortino
Mortino, il lemure piagnucolino tutto occhioni del film “Madagascar”

Anche i pinguini sono spassosi… anzi, “sorridenti e coccolosi”: progettano da sempre di fuggire dallo zoo per tornare nel loro habitat naturale e quando arrivano in Antartide e trovano -ovviamente- solo ghiaccio e vento gelido stanno qualche secondo in perplesso silenzio e poi uno dice “che schifo!”, e se vanno al caldo a mangiare sushi.

3 commenti

  1. Capisco perfettamente il tuo stato d’animo…rapportarsi con persone che si muovono per calcolo è odioso…
    Per il resto che dire…”Muovi…mi piace se ti muovi…mi piace come muovi…allora muovi…

    Molten

  2. Ciao Ally! Tieni duro e non farti sangue cattivo. Le persone malvagie tendono a distruggersi con le loro mani, non temere.

    Lemuri? li ho visti quest’estate, e ti giuro che sono uguali a quelli di Madagascar!

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Post precedente:So much for my happy ending
Post successivo:Qualcosa che…

Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e di piante, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

Potrebbero interessartiNUOVI POST
altre storie da leggere

Pronti per il famigerato 2020?

Ultimo giorno dell'anno, ultima alba, ultimo tramonto. Il 2019, rispetto al suo predecessore, è stato ben più magnanimo: ad esempio, non mi sono fratturata nulla,...

Vuoi leggere altri post?
clicca qui per andare all'archivio