Pace interiore e maracas

Altri post

Lo scorso venerdì sono uscita dalla biblioteca accaldata in maniche corte con due polpette di miglio in una vaschetta di plastica in mano, mentre il mio amico Nikon-dotato mi seguiva portandosi dietro la bici e ci appropinquavamo verso le rive per dare un’occhiata tra le bancarelle appena allestite e per goderci una chiacchierata a pelo d’acqua in attesa del tramonto… questo tramonto!

Tramonto settembrino a Trieste © leeliah99.altervista.org

Solo una settimana dopo eccomi con la maglietta di cotone a maniche lunghe e collo alto, calzettoni al ginocchio e camminata stile saetta per restare all’aperto il meno a lungo possibile, causa freddo artico. E mò lo dico: non ci sono più le mezze stagioni! Toh.

Sto scantinando con gli aggiornamenti qui nel blog semplicemente perché non riesco a starmi dietro neanche col fischio. Succedono tante cose, grandi o piccole d’importanza a seconda del valore che si sceglie di attribuir loro, mille cambiamenti seppure il tutto pare immutato.
Mi sto concentrando su un ambito in particolare della mia esistenza, ma mantenermi focalizzata risulta spesso un’impresa titanica.
E quindi così, ciao.

4 commenti

  1. Stupendo il tramonto sul mare… ma fa così freddo a Trieste? Da me oggi che è uscito il sole si stava bene di nuovo in maniche corte – col giacchino dietro – quel dolce freschetto di settembre che spero duri il più a lungo possibile (prima del grande gelo!)

    • La bora, Julia, è la bora. Sempre lei la colpevole.
      C’erano 12°C, oggi per fortuna sembra di nuovo di essere in settembre e non in pieno inverno!

  2. Capisco la furia, capisco che non si riesca a scrivere perché la vita rapisce tutto il tempo e l’entusiasmo di scrivere che si possa avere…
    E’ un brutto furto, ma chi è creativo avrà sempre qualcosa da scrivere, anche quando è passata la milionesima ispirazione per mettere qualcosa nero su bianco.
    Quella foto è da mozzare il fiato, per altro…

    • L’ispirazione c’è, ma manca -come dire- l’input di mettersi davanti alla tastiera a filtrare i pensieri per riversarli in un post.

      I tramonti non smettono mai di affascinare, vero? 🙂

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e videogiochi, di piante e mercatini, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

SEGUI IL BLOG

194Mi piaceMi piace
189FollowerSegui
3,412IscrittiIscriviti

Post simili

Potrebbero interessarti
altre storie da leggere

Preferisco i bei sogni

Ho letto una volta in un articolo -che fingeva di basarsi su una ricerca scientifica- che si possono pilotare i sogni, non nel senso...

Cippollotti & porretti

C'è chi cosparge il proprio corpo di essenze firmate e solitamente costosissime e chi invece si chiude in cucina a spignattare alacremente e a...

L’autunno è scappato via

L'ho rincorso questo autunno, cantando a squarciagola foglie rosse per meeeee, ma la bora e i giorni di pioggia incessante hanno avuto la meglio,...

Meravigliose strategie commerciali

Chissà se questa magica tisanella sarà davvero in grado di "cavarmi" l'ansia (in triestino cavar vuol dire togliere)? O invece non sortirà alcun effetto e...

Vuoi leggere altri post?
clicca qui per andare all'archivio