Crea sito

A Londra fa freddo ma ci sei tu

Altri post

Ho iniziato a leggere alcune delle celebri storie su Sherlock Holmes ed il dottor Watson, un po’ per ingannare il tempo in attesa della terza stagione della serie firmata BBC (inizieranno le riprese a GENNAIO MARZO, quindi ce n’è da aspettare!), un po’ perché ho scoperto che Doyle “sentiva” Londra in maniera molto simile alla mia e leggere certe descrizioni mi fa scendere un brividino lungo la schiena.
E poi… e poi c’è l’amore! Era il lontano 1995, ma l’emozione è ancora viva e crepitante.

It was September evening, and not yet seven o’clock, but the day had been a dreary one, and a dense drizzly fog lay upon the great city. Mud-coloured clouds drooped sadly over the muddy streets. Down the Strand the lamps were but misty splotches of diffused light, which threw a feeble circular glimmer upon the slimy pavement. The yellow glare from the shop-windows streamed out into the steamy, vaporous air, and threw a murky, shifting radiance across the crowded thouroughfare. There was, to my mind, something eerie and ghost-like in the endless procession of faces which flitted across the narrow bars of light -sad faces and glad, haggard and merry. Like all human kind, they flitted from the gloom into the light, and so back into the gloom once more. I am not subject to impressions, but the dull, heavy evening, with the strange business upon which we were engaged, combined to make me nervous and depressed.

A wondrous subtle thing is love, for here were we two, who had never seen each other before that day, between whom no word or even look of affection had ever passed, and yet now in an hour of trouble our hands instinctively sought for each other. I have marvelled at it since, but at the time it seemed the most natural thing that I should go out to her so, and, as she has often told me, there was in her also the instinct to turn to me for comfort and protection. So we stood hand-in-hand, like two children, and there was peace in our hearts for all the dark things that surrounded us.

{ The Adventures of Sherlock Holmes: The Sign of Four / Arthur Conan Doyle }

Sherlock London
© shocklock

2 commenti

  1. Ally, molla tutto quello che stai facendo e guarda dowton Abbey.
    Quando arrivi alla seconda serie ricordati che finisce con la puntata di Natale, a me non lo dissero ed a momento non la guardo (ed è fondamentale).
    almeno così passa prima l’assenza di sherlock 😉

    • Mi sto attrezzando!
      Sono abituata alle lunghe attese: 3 anni di trilogia de “Il Signore degli Anelli” mi hanno temprata. 🙂

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e di piante, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

Potrebbero interessartiNUOVI POST
altre storie da leggere

Sei mesi, frammenti

Appena sveglia, prima ancora di aprire gli occhi, tendevo l'orecchio per sentirlo: arrivava immancabile dopo pochi secondi, il verso della tortora che aveva iniziato...

Vuoi leggere altri post?
clicca qui per andare all'archivio