Visto che ormai c’è gente che conta su di me e sulla mia proverbiale capacità di memorizzare anche i dettagli più apparentemente insulsi (ma non tutti sanno che non è proprio merito del mio cervellino iper attivo quanto della decisione presa anni fa di scrivere scemenze in un blog), non vorrei mai deludere quelle brave persone, indi per cui meglio appuntare il mio programmino salutistico che partirà all’incirca domani o giù di lì.

Si leggono tante -anzi troppe- variazioni sul tema ed Internet è un pozzo senza fondo di informazioni molte volte utili ma talvolta incomplete o addirittura scorrette e pericolose. Provo per una volta ad essere costante ed inizio una cura depurativa / disintossicante a base di curcuma, pepe nero, mallo di noce e -udite udite!- polpa di Baobab.
Se vi interessa approfondire basta digitare i nomi su Google: in poche parole… fanno bene!

spezie

edit 05/04/2011

Su richiesta dal blog di goldie ecco la ricettina del mio esperimento culinario domenicale:

Schiacciatine di pollo e patate

Ingredienti:
½ kg di patate
pollo (circa 500 gr)
1 uovo
parmigiano
pane grattugiato
prezzemolo
sale
pepe bianco
curcuma (in tema col post, ormai la metto ovunque tranne che nel tè a colazione)

Mentre lessiamo le patate, col nostro bravo frullatore riduciamo in poltiglia il pollo che andrà poi amalgamato alle patate. Aggiungiamo il rosso dell’uovo, parmigiano grattugiato e prezzemolo a volontà (abbondiamo pure che viene buono), un pizzico di sale, di pepe bianco e -se anche voi volete unirvi a me nella pia opera di depurazione / disintossicazione- un cucchiaino raso di curcuma in polvere (se non ce l’avete potete usare il curry in alternativa).
Lavoriamo bene l’impasto con le mani: siccome viene molto morbido aggiungiamo con nonchalance pane grattugiato in modo da asciugarlo un po’. Quando la consistenza è migliorata iniziamo a formare delle palline schiacciandole leggermente. Passiamole ancora nel pane grattugiato e andiamo a friggerle in olio ben caldo. (In alternativa si possono cucinare in forno ma devo ancora provare).
Sono buone anche il giorno dopo nel panino per la pausa pranzo! wink

Image by © FoodPhotography E./the food passionates/Corbis | DonnaModerna.com

Cosa è successo prima:

Learning how to dance the rain

Cosa è successo dopo:

Dallo Strand a Santa Monica

_______

Questo post è stato letto 71 volte.
Puoi seguire il blog su Twitter e su Facebook.

14 Commenti

  1. Grazie per la ricetta!

    Per quanto riguarda il resto, sono assolutamente d’accordo che usare le spezie al posto del sale sia molto più salubre.
    D’altro canto invece resto più scettico sulle eventuali proprietà depurative. In ogni caso sono buone e non credo che nelle quantità usate in cucina possano risultare tossiche (la noce moscata per esempio sarebbe mortale se ingerita in grandi quantità, tipo una noce intera tutta insieme).

    —Alex

    • Se la provi fammi sapere!

      Beh, c’è spezia e spezia. Della noce moscata non sapevo, ma neanche fare una cura depurativa a base di cilantro sarebbe probabilmente un’idea vincente. ;)
      La curcuma (e lo zenzero anche) hanno effettive proprietà benefiche sull’organismo se usate in giusta misura. Vediamo se noto dei cambiamenti nelle prossime settimane (soprattutto se riesco ad essere costante).
      Ciao!

    • Le proverò di certo. Per la cucina creativa di stasera, invece, ho sperimentato un dolce con gli avanzi che avevo in frigo… ancora non l’ho assaggiato, ma mi auguro che sia commestibile!

    • Non hanno nulla di particolarmente calorico quindi direi che vanno benissimo! Sarei curiosa di sapere il risultato :)

  2. Perdonami la pignoleria: scrivi che curcuma e zenzero hanno (oltre che un indiscutibile buon sapore e su questo non ci piove!) proprietà benefiche.
    Chi lo dice? Esistono studi clinici a proposito? Quale sarebbe il meccanismo d’azione?

    Scusami, non la prendere come una critica personale ma io sono una persona di cultura scientifica ed i “si dice” non supportati da validi dati scientifici mi procurano una fastidiosa orticaria! ;-)

    —Alex

    • Anch’io sono molto pignola.
      Ho sentito vari medici parlare di effetti depurativi ed antiparassitari, oltre che di protezione per il fegato per quanto riguarda la curcuma; lo zenzero è più specifico per problemi digestivi. Se ti interessa prova a fare qualche ricerca in libreria se non trovi affidabili i risultati che ti può dare un motore di ricerca sul web.
      Buon week-end!

    • Io cercando in Pubmed ho trovato solo dei riferimenti ad entrambe le spezie come antiossidanti e antinfiammatori ma niente come digestivo o qualche effetto sul fegato.
      Ovviamente il tutto a dosi e purezze ben diverse dall’uso culinario.

  3. Io ho trovato questo = Biological activities of Curcuma longa L.
    Ovvio che mettere un cucchiaino di curcuma nell’impasto per le polpette non è curativo, io non ho scritto niente del genere: il fatto di usare le spezie in cucina è un conto, quello di usarle opportunamente trattate e prescritte da uno specialista a seconda delle proprie esigenze è un altro, poi ognuno fa come ritiene meglio.

Tu che ne pensi?