Crea sito
  • Home
  • Svago
  • Archivio
Post precedente:Novembre al parco
Post successivo:Cercasi Natale

Red Dead Redemption 2: e se giocassi un po’ ai cowboy?

Condividi il post

Western. Un genere che ho sempre disdegnato, fin da bambina, quando mio padre la sera s’impossessava del telecomando e riguardava per l’ennesima volta l’ennesimo film “di cowboy” con il John Wayne, il Charles Bronson, lo Yul Brynner o il Clint Eastwood di turno, con mio sommo disappunto. L’unico film ambientato in quel mondo che ho visto di mia spontanea volontà è stato Rango. Ho detto tutto.
Ultimamente ero alla ricerca di un bel videogioco, se non s’era capito, e quindi bazzicavo siti dedicati, leggendo recensioni e guardando gameplay. Quando ho intravisto la notizia dell’uscita evento di un gioco chiamato Red Dead Redemption 2 sono rimasta del tutto impassibile: fuorilegge che rapinano banche, assaltano treni e s’ammazzano tra di loro schivando cacciatori di taglie? Un gigantesco no da parte mia.
Poi ho visto una fotina che ha attirato la mia attenzione ed ho scoperto che era tratta da quel gioco: ho cliccato il link… e ho fatto il danno.

Red Dead Redemption 2 non si può definire banalmente videogioco, è troppo riduttivo. Si tratta di un vero e proprio mondo virtuale dove, attraverso il protagonista, puoi andare dove vuoi, quando vuoi e come vuoi: puoi cavalcare, esplorare, risolvere misteri, andare a caccia e a pesca, fraternizzare con gli altri membri della gang e poi ovviamente c’è la parte d’azione che comprende rapine, furti, assalti a treni e diligenze, risse nei saloon, scontri con bande rivali, fughe dalla legge e dai cacciatori di taglie.

Alla fine, quando ero ormai presissima, ho scoperto che era disponibile solo per PlayStation o XBox.
Delusione cocente.
Mi sono accontentata di guardare i live streaming di altri giocatori che si cimentavano con le missioni, vivendo costantemente la frustrazione di vedere che tutti si limitavano a quelle, senza guardarsi troppo intorno. Magari l’avranno fatto in un secondo momento e all’inizio c’era la foga di procedere nella storia per vedere cosa sarebbe successo ad Arthur Morgan e la banda di Dutch, ma io pensavo guarda che spreco, tutti questi dettagli, tutto questo mondo e voi pensate solo a spararvi addosso.

Poi un giorno mi è balenata in testa un’ideuzza: se qualcuno mi prestasse una console per qualche mese, così gioco un po’ ai cowboy pure io? Ho tentato e mi è andata bene. Ho comprato il gioco, il mio compagno di scorribande ai tempi di Prince of Persia mi ha portato la sua PlayStation e da quel giorno ho cavalcato virtualmente un paio d’ore ogni giorno.

Red Dead Redemption 2
I dettagli sono incredibili: dagli edifici alla luce, dal fango che ti si attacca agli stivali ai movimenti dei cavalli

All’inizio ammetto che è stato complicato già solo abituarsi ai comandi, piuttosto complessi anche a detta degli esperti: io sono più che novellina e mi ci è voluto un po’ per capire cosa dovevo premere o muovere e quando.
Il gioco ti guida nelle prime missioni con dei tutorial abbastanza stitici e poi ti abbandona allegramente al tuo destino. Ti devi arrangiare a capire come procedere.
Io non avevo nessuna fretta, ho vagato in lungo e in largo, facendo un sacco di screenshot e ammirando i dettagli assolutamente incredibili. Sembra di vedere un film, con la possibilità di guidare a proprio piacimento il protagonista. Anche la colonna sonora è magnifica.

Red Dead Redemption 2
Arthur forse vorrebbe assaltare una diligenza, ma per colpa mia è fermo ad ammirare il panorama

Red Dead Redemption 2
Se mi avvicino a quel delizioso fienile è probabile che qualcuno sbuchi fuori all’improvviso da un cespuglio e mi spari addosso

Red Dead Redemption 2
Dov’è che non c’è una taglia sulla mia testa?

La cura nel rendere tutto più che verosimile è davvero notevole, uno potrebbe anche semplicemente esplorare l’intera mappa senza annoiarsi mai. Anche perché risulta difficile annoiarsi se ad ogni minuto succede qualcosa: un lupo selvaggio fa imbizzarrire il cavallo, una gang rivale ti tende un’imboscata, senti degli spari in lontananza o delle urla di aiuto, uno sconosciuto si è perso e ti chiede di scortarlo fin casa, un altro sta cercando oro in riva al fiume, un altro ancora ti propone di venderti una mappa del tesoro. Di avvenimenti ed incontri secondari ce ne sono a centinaia, questo spiega come mai dopo un paio di settimane io sia ancora al Capitolo 2 e mi manchino diverse missioni principali, quelle che permettono di sbloccare progressi ed avanzare con la storia.

Red Dead Redemption 2
Entri nel saloon e probabilmente verrai coinvolto in una rissa tra ubriachi

Red Dead Redemption 2
Dopo il saloon un saltino in chiesa a chiedere perdono per i propri (numerosi) peccati

Red Dead Redemption 2
Interessante, forse dovrei tirare fuori il binocolo… appena mi ricordo come si fa

Quando ti trovi nel bel mezzo dell’azione, non è proprio immediato ricordare la sequenza dei comandi, almeno credo sia così per i giocatori meno esperti. Il mio povero Arthur è morto talmente tante volte che ho perso il conto. Dovrò decidermi prima o poi a prender coraggio e familiarità con sparatorie ed inseguimenti a cavallo schivando pallottole (senza finire contro un albero possibilmente), ma c’è talmente tanto da scoprire ancora che dubito mi affretterò più di tanto.
Tornerò nelle città di Valentine e Saint Denis, mi aggirerò tra stradine e vicoletti, cercando di ricordarmi che il comando per i dialoghi è lo stesso per la mira e devo stare attenta a non avere una pistola pronta all’uso: mi sono capitate situazioni al limite dell’assurdo tipo aggredire un tizio per sbaglio invece che montare a cavallo (stesso tasto, mannaggia) o far partire un colpo quando proprio non era il momento, ops.

Red Dead Redemption 2
La periferia di Saint Denis pullula di personcine interessanti

Red Dead Redemption 2
Non mi sono assolutamente persa, ma magari butto un’occhiatina alla mappa va, giusto per sicurezza

Red Dead Redemption 2
La cittadina di Rhodes rappresenta la quintessenza del mondo western

Diciamo che Red Dead Redemption 2 è un videogioco che mai mi sarei aspettata potesse piacermi così tanto: certo, se ci fosse un pulsantino da premere per disattivare tutte le sequenze che prevedono uccisioni sanguinolente e sparatorie super adrenaliniche lo premerei spesso. Forse continuerò a pescare, cavalcare, cercare ossa di dinosauro (Arthur ha incontrato una paleontologa che gli ha chiesto aiuto per rintracciarle tutte), acchiappasogni appesi ai rami degli alberi, piantine per preparare tonici miracolosi, tesori abbandonati e animali leggendari: da fare ce n’è in abbondanza.
Magari ogni tanto ci scapperà pure una missioncina, chi lo sa.

Red Dead Redemption 2
I treni sono fantastici e ovviamente ci si può salire, sia in veste di bandito per derubare i malcapitati che da semplice passeggero

Red Dead Redemption 2
Negozietti sfiziosi a Saint Denis

Red Dead Redemption 2
Ancora in contemplazione dei panorami mozzafiato

4 commenti

  1. Pensa che ho visto Rango proprio sabato scorso per la prima volta…e mi è piaciuto un sacco !
    Però coi videogiochi non ce la posso proprio fare 🙁
    Per quanto le immagini che hai postato mi sembrino bellissime ed estremamente realistiche, l’idea di piazzarmi davanti alla tv per giocare mi deprime.
    Però sono contenta di leggerti perchè in un certo qual modo mi aggiorni e mi fai sentire meno fuori dal mondo moderno !
    Tra l’altro col Natale che si avvicina già mi vedo in fila al Gamestop per comprare il regalo di Attilio che di solito desidera sempre dei videogiochi ma si guarda bene dallo spiegarmi in cosa consistano.

    Un bacione

    PS. Non so se hai attivato una moderazione perchè mi dice che ho già inviato il commento ma poi in realtà non lo vedo. Quindi forse ne troverai dieci copie tutte in fila ( ohi ohi )…sentiti libera di cancellarle !

    • Di quel film ho adorato Priscilla e il suo “sembri uno strano” 😁
      Guarda, neanch’io avrei scommesso sul fatto che un gioco del genere potesse appassionarmi tanto, eppure è successo e finché posso godermelo ne approfitto… quando il legittimo proprietario reclamerà la sua PlayStation mi mancheranno queste cavalcate virtuali nel West.
      Chissà quali videogiochi vorrà tuo figlio? Son curiosa! Io me ne intendo meno di pochissimo, ne ho sperimentati soltanto tre in tutta la mia vita, se escludiamo quelli arcade dell’infanzia e quelli “da sala d’attesa” dei telefonini attuali.

      Per i commenti, sto avendo problemi anch’io su blog altrui, non so se è un problema di aggiornamenti, indagherò (non ne ho trovati dieci tuoi uguali, tranquilla) 😉

  2. Fantastico RDR 2, ci ho giocato anch’io!!!! Storia stupenda, ricostruzione di un mondo ormai perduto perfetta, personaggi bellissimi e tanta azione.. che invece a me non disturba affatto.. anzi.. mi annoio se manca.
    Io l’ho giocato su Xbox, pare la grafica sia migliore anche se di poco forse. Quasi quasi riparto da zero con una nuova partita!!!! E tu sei riuscita a finire le missioni ? 😉

    • Ebbene sì, ci sono riuscita… con mio enorme stupore 😁
      Ho preso dimestichezza coi comandi, mi sono appassionata alle vicende di Arthur e di Sadie in particolare, tanto che ho deciso di ricominciare la storia saltando completamente l’epilogo che ho più o meno detestato.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Post precedente:Novembre al parco
Post successivo:Cercasi Natale

Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e di piante, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

Post popolari

Come scegliere tra wordpress.com e altervista.org

* Ultimo aggiornamento: aprile 2016 * Ho iniziato a scrivere in un blog pubblico nel 2005, su una piattaforma non molto conosciuta in Italia come Bravenet....

La motivazione spalanca le porte

Siamo ormai quasi alla fine della prima settimana ufficiale post-festività dopo l'Epifania e qualche giorno fa ho indugiato -forse poco saggiamente- a spulciare vecchie cartelle di...

Post più recenti

Il pavone come fa?

Un'occhiata alle previsioni meteo proprio non riesco ad evitarla e forse è un bene perché, nonostante alcuni falsi allarmi, preferisco uscire per tempo e...