Crea sito

Il linguaggio segreto dei fiori

Altri post

Durante l’estate -forse complice il fatto che passo meno tempo circondata da libri in biblioteca- mi viene più voglia di leggere. Così oltre che di film mi sono fatta una bella scorpacciata di romanzi. Anche per quest’ultimi però la delusione sui finali è stata una costante.
Quello che mi ha coinvolta di più è stato senz’altro Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh: chi mi legge da un po’ saprà già della mia nuovissima passione per la vegetazione, quindi il libro mi aveva inizialmente incuriosito per quello, ma non sapevo bene cosa aspettarmi.
L’ho trovato molto coinvolgente, e leggerlo immersi nella natura aiuta a calarsi nel personaggio della protagonista Victoria. La storia è molto appassionante, tanto che in un paio di giorni avevo finito di leggerlo.

Il linguaggio segreto dei fiori © leeliah99.altervista.org

Dopo mi è rimasta la voglia di sperimentare le mie per ora inesistenti doti di giardinaggio, per cui mi sono procurata dei semini che prima o poi dovrò decidere di piantare per avere il mio personale orticello. Intanto consulto un libercolo dal nome promettente Il giardino sul balcone e cerco di capirci qualcosa: la teoria mi può anche riuscire bene, è la pratica che lascia a desiderare.

Le scatole dell'Eugea contenenti i semini © eugea.it
Le scatole dell’Eugea contenenti i semini © eugea.it

6 commenti

  1. ce l’ho anche io il libro!!! l’ha comprato la sister ma non l’abbiamo ancora letto…dopo aver letto il tuo articolo non vedo l’ora di farlo perché mi hai incuriosito alquanto 😀

    • Secondo me vi piacerà. Non ho voluto raccontare nulla per non rovinare la sorpresa a chi vorrà leggerlo.
      Diciamo che in questo momento in cui il mio pollice verde ha deciso di manifestarsi questo libro è capitato proprio a fagiolo! ^_^

    • Io ho appena perso una piantina grassa. 🙁
      C’è anche tutto un discorso che ruota intorno alla fotografia in questo libro che mi ha fatto tornare la voglia di prendere la Canon in mano (nonché di comprarmi una mega reflex della Nikon, magari di seconda o anche terza mano) per cui un altro punto a suo favore.
      Ora sono in attesa dell’ultimo acquisto fatto su Amazon in cui mi sono un po’ sbizzarita. Intanto sto leggendo “Il profumo dello zucchero a velo” che si è rivelato tutt’altro da quello che mi aspettavo ma mi ha preso molto e conto di finirlo entro oggi.

    • A me è piaciuta molto la storia raccontata in questo libro, anche so ho quasi sempre un problema coi finali che mi lasciano un po’ delusa.
      Buona lettura e grazie della visita!

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e di piante, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

Potrebbero interessartiNUOVI POST
altre storie da leggere

Sei mesi, frammenti

Appena sveglia, prima ancora di aprire gli occhi, tendevo l'orecchio per sentirlo: arrivava immancabile dopo pochi secondi, il verso della tortora che aveva iniziato...

Vuoi leggere altri post?
clicca qui per andare all'archivio