Crea sito

Caught in the undertow

Altri post

@ sabato
Uno dovrebbe concedersi il lusso di celebrarsi quando raggiunge un obbiettivo che fino al momento prima di affrontare gli sembrava quasi insormontabile.
Come in una corsa ad ostacoli: se procedi pensando alla prossima barriera e sei concentrato solo su quello non riuscirai a godere del salto che hai appena portato a termine, non assaporerai lo slancio che sei riuscito a dare ai tuoi muscoli, l’agilità con cui il tuo corpo si è alzato e proteso verso l’alto. Vedrai solo che poco più avanti ti attende una nuova fatica, che di nuovo supererai distrattamente. Come quando raggiungi uno scopo e ti dici che avresti dovuto arrivare a quel punto già tempo fa e quindi quella vittoria non vale granché.
Io invece oggi mi sono festeggiata: mi sono offerta una bella tazza di té alla pesca coi “biscottini buoni”, guardando il sole sbucato fuori di nuovo tra i nuvoloni che mi hanno accompagnato in questi giorni passati.

Té coi biscottini buoni © leeliah99.altervista.org
Té coi biscottini buoni

Sto leggendo “L’Eleganza Del Riccio” quasi come una sorta di rituale, poche pagine la sera prima di spegnere la luce e mettermi a dormire. Domani è domenica e si avvicina la fine di questa singola prova. Ce l’ho fatta con le mie sole forze, senza cedimenti. Mi sono giusto concessa una “vacanza” ieri, rifugiandomi a casa del mio ex per ricaricarmi un po’ le pile: avevo voglia di compagnia, di stare fuori casa più a lungo possibile e così ho fatto, tra pranzo, cena ed esperimenti fotografici dallo spioncino. 😉

Qualcosa in me sta traslocando – sì, non so spiegarlo in altro modo, ho la strampalata sensazione che un modulo interno vada a prendere il posto di un altro. Non vi capita mai? Si tratta di avvertire riorganizzazioni interiori di cui non riuscireste affatto a descrivere la natura, è una cosa mentale e spaziale allo stesso tempo, come un trasloco.
{ L’Eleganza Del Riccio / Muriel Barbery }

2 commenti

  1. La vita è già dura di suo…se ci si toglie anche quei piccoli piaceri diventa veramente un inferno…meglio coccolarsi quando si può…io lo faccio spesso…forse troppo…^__*

    Molten

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Post precedente:Giro di vite
Post successivo:Un po’ sì ma un po’ anche no!

Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e di piante, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

Potrebbero interessartiNUOVI POST
altre storie da leggere

Sei mesi, frammenti

Appena sveglia, prima ancora di aprire gli occhi, tendevo l'orecchio per sentirlo: arrivava immancabile dopo pochi secondi, il verso della tortora che aveva iniziato...

Vuoi leggere altri post?
clicca qui per andare all'archivio