Dal blu del mare, un bianco castello

Altri post

La promessa della brezza marina: anche questa volta è stata la discriminante quando si è trattato di scegliere come passare forse l’ultimo pomeriggio prima dell’inevitabile e sgradito arrivo di Polifemo, che ci arroventerà gli animi spero per l’ultima volta quest’anno.
Mostra fotografica o gita in barca? Nei musei non soffia la brezza marina, quindi si va sulle rive e si sale sul Delfino Verde, con destinazione Grignano. Anche lo scorso anno l’idea era questa, ma a Grignano non ci si è mai arrivati perché se non si leggono i cartelli con le destinazioni si finisce a Muggia, dall’altra parte. Alla fine è stato divertente comunque, ma restava il cruccio di non aver goduto della vista che offre il tragitto verso la Baia di Sistiana.

La barca era leggermente più piccola e “ballava” anche in movimento: complici i continui pugnetti entusiasti sul braccio della cinquenne seduta proprio dietro di me, posso dire che è stato un viaggio molto dinamico. Appena messo in moto il motore ed iniziata la manovra di allontanamento dalla riva, la brezza è arrivata puntuale a benedire le nostre grate testoline già semi-arrostite dal solleone ed il panorama al di là delle onde ha iniziato subito a far scattare le dita dei turisti sulle macchine fotografiche.

A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
È del tutto superfluo che dica quant’è bella Trieste dal mare, nevvero?
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il faro della Vittoria e tante casette in cui mi piacerebbe abitare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il faro è uno spettacolo visto dal mare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
In procinto di attraccare al porticciolo di Barcola per far scendere e salire i passeggeri, chi resta a bordo continua a godersi la vista del faro e delle barche ormeggiate
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Nell’attesa di ripartire verso Grignano ci si gode il mare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Tutti i presenti sul Delfino Verde hanno fotografato questa barchetta rossa, me compresa
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
La turista tedesca seduta davanti a me aspetta di veder spuntare il Castello di Miramare all’orizzonte: manca poco!
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Eccolo!
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Visto dal mare sembra ancora più imponente e meraviglioso
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
La barca gira tutto attorno al Castello di Miramare prima di raggiungere il porticciolo di Grignano
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Quante foto si possono scattare da ogni angolazione diversa?
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
La goduria per gli occhi continua
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il Castello non si vede più, nascosto dietro agli alberi, ma dal verde spunta il Castelletto
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Eccoci arrivati al porticciolo di Grignano
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Prima di scendere dalla barca, ancora uno sguardo al mare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il Delfino Verde ormeggiato a Grignano
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Siamo scesi
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Eccolo in tutto il suo grandangolare splendore
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Dalla barca all’autobus: passeggiatina sul molo in attesa di tornare indietro via terra
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il Delfino Verde riparte verso l’ultima tappa del suo tragitto

Il servizio marittimo da Trieste a Sistiana rimarrà disponibile fino al 7 settembre (su TriesteTrasporti trovate orari e costi) e se Polifemo non fa troppo il guastafeste potrei bissare facendo il percorso inverso: arrivare a Grignano con l’autobus e tornare via mare con l’ultima barca, prevista giusta giusta al momento del tramonto.
Ho anche un biglietto omaggio per Muggia e chissà che non ripeta l’esperienza della scorsa estate con l’aggiunta di un gelatino all’ombra del Castello di Muggia?

11 commenti

    • Mi sa che ho fatto giusto in tempo: da stamattina diluvia e le previsioni sono un po’ monotone per i prossimi giorni, vedremo.

    • Ci sto pensando, ho letto oggi della proroga…spero di non beccare un neverin tipo oggi pomeriggio 😀

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e videogiochi, di piante e mercatini, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

SEGUI IL BLOG

194Mi piaceMi piace
188FollowerSegui
3,412IscrittiIscriviti

Post simili

Potrebbero interessarti
altre storie da leggere

Uh

Uh, neve? Uh, nevica! Uh, guarda quanta ne viene giù! Uh, dovevo uscire ma c'è una bufera. Uh... un cinghiale!!! Uh, un pipistrello!!! Che vicino che sta volaaaAAAAHHHHHHndo...

Trieste, città della bora e della Barcolana

2101 barche hanno partecipato alla Barcolana 49: la Barcolana dei record. È stata un'edizione speciale, ad un passo dalle nozze d'oro con Trieste, la...

Superlost

Tra venerdì e domenica ho scoperto molte cose sul magico mondo degli aperitivi (fenomeno sociologico di livello sottovalutato pericolosamente a lungo e decisamente da...

Ippu susunde maenarae…

Continuerei a tenerli incrociati quei ditini, fino a data da definirsi. Ci sono delle novità verosimilmente positive che fanno ben sperare, ma un po'...

Vuoi leggere altri post?
clicca qui per andare all'archivio