Crea sito
  • Home
  • Trieste
  • Mercatini
  • Archivio

BioEst tra le rose nel Parco di San Giovanni

Condividi il post

Non so quante volte avrò ringraziato la brezza per essere venuta in mio soccorso durante il pomeriggio: non fa ancora caldissimo, ma quanto basta per rendermi insofferente, quindi ho deciso che invece di continuare a lamentarmi scrutando le previsioni meteo dei prossimi giorni (no buone) avrei fatto meglio a vestirmi (poco) ed uscire con la mia Canon in direzione del Parco di San Giovanni qui a Trieste, che ormai chi segue questo blog conosce a menadito.
L’occasione era il BioEst, la fiera-mercato di prodotti biologici, artigianato ed associazioni culturali, ambientaliste e di volontariato che si tiene a Trieste da più di vent’anni.

Se si arriva dalla parte alta del parco si percorre la passeggiata sotto gli archi di rose per arrivare alle prime bancarelle ed è decisamente un bell’inizio. Vista la canicola ed il tempo perso ad inveire contro gli afidi che stanno banchettando a sbafo sulle piante del terrazzo, sono uscita appena nel tardo pomeriggio, ma non avrei potuto scegliere orario migliore: il sole stava già calando e la luce era incredibilmente bella. Talmente bella che mi sono lasciata distrarre e la Canon ha sonnecchiato più del previsto: qualche foto l’ho scattata comunque, ma ho preferito oziare, curiosare, chiacchierare con gli espositori, assaggiare, scoprire qualcosa di nuovo e fare degli acquisti.
Ho ritrovato alcuni stand già conosciuti, ma anche tante novità interessanti e non appena mi sono avvicinata allo spiazzo principale a lato della chiesa sono partite le danze greche, per cui la prima parte della passeggiata tra i gazebo è stata a ritmo di sirtaki.
Per gli acquisti mi sono data alle cosine mangerecce: miele al timo, spezie per condimenti e biscottini siciliani senza glutine con nocciole – mandorle – pistacchi – buccia d’arancia & cocco talmente buoni che ero già pronta a disperarmi al pensiero che avrei dovuto aspettare un anno per riassaggiarli (rivivendo il trauma post-Horti Tergestini per astinenza dalle tortine buonerrime de La Cucina di Annalisa) per scoprire invece che la pasticceria si trova vicino casa. Esternazioni gioiose più o meno contenute sono seguite alla preziosa scoperta e ripetute ad un altro stand lì vicino perché l’azienda agricola in questione che produce pane con farro monococco (ben tollerato da chi non va d’accordo col glutine) è presente ogni martedì mattina ad un mercato in piazza qui a Trieste, quindi posso andare ad approvvigionarmi quando voglio. *felicità*
Soddisfatta del successo dell’uscita, mi sono avviata versa casa nella luce del crepuscolo, camminando in mezzo a viali circondati da un tripudio di piante di lavanda e rose inondate da quella luce magica che precede il tramonto… con vasetti e biscottini al seguito, ovviamente.

BioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.orgBioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.org


4 commenti

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento (mi spiace per il fastidio del reCAPTCHA, ma non si può togliere).

Scrivi il tuo commento qui
Scrivi il tuo nome qui


Ally Leeliah

Scrivo della mia città, dei libri che leggo, dei film il cui finale mi delude, di blog e di piante, del mio parco preferito dove vado a passeggiare e fotografare o schiarirmi le idee, delle mie tribolazioni. Benvenuti!

Post popolari

Come scegliere tra wordpress.com e altervista.org

* Ultimo aggiornamento: aprile 2016 * Ho iniziato a scrivere in un blog pubblico nel 2005, su una piattaforma non molto conosciuta in Italia come Bravenet....

La motivazione spalanca le porte

Siamo ormai quasi alla fine della prima settimana ufficiale post-festività dopo l'Epifania e qualche giorno fa ho indugiato -forse poco saggiamente- a spulciare vecchie cartelle di...

Rose e cinorrodi: storie dal Parco di San Giovanni

È stata una stagione difficile questa per le rose sul terrazzo, ma qualche giorno fa un bocciolo della bellissima rosa Lady Emma Hamilton si...

Compleanno in orto

Già, magari festeggiare il compleanno in orto non è poi così usuale, motivo in più a parer mio per apprezzare la scelta alternativa allo...

Viale in Fiore

In concomitanza con l'arrivo della mia puntualissima allergia stagionale è tornato a far diventare il Viale XX Settembre un tripudio di colori e profumi...

Post più recenti

Avanti il prossimo!

Le giornate no capitano purtroppo, anche quando avevi dei bei progettini per il sabato e la domenica. C'era il BioEst al Parco di San Giovanni...

Stomp in piazza e arpe in roseto: due belle parentesi musicali

Dubbi sul fatto che la musica sia terapeutica non ce ne sono, lo diamo per assodato. Che il mondo pulluli di gente arrabbiata e...

Il pontone Ursus si affianca al molo Audace per “Mare Nordest”

Che abbiate seguito o meno una delle fiction italiane più di successo degli ultimi tempi, La Porta Rossa, forse saprete che l'Ursus è uno...

Visita al Museo Sartorio: rose profumate, dettagli incantevoli e vista mozzafiato

L'inverno si sta impossessando dei poveri mesi primaverili: è stato difficile trovare il momento giusto per visitare questo museo, tra giornate di tempo orrendo,...

Il pavone come fa?

Un'occhiata alle previsioni meteo proprio non riesco ad evitarla e forse è un bene perché, nonostante alcuni falsi allarmi, preferisco uscire per tempo e...

Mercato Europeo senza confini nelle vie di Trieste

Europa in Piazza, Piazza Europa, Mercato Europeo: ancora non mi è chiaro come si chiami questo mercatino, ma non è fondamentale per poterci andare....

Ritorno agli Horti Tergestini

Che sia un'impressione o meno, a me pare che ogni anno gli Horti Tergestini siano più luminosi ed interessanti ed irresistibili che mai. O...

Al Porto Vecchio di Trieste in compagnia di Leonardo Da Vinci

Camminare tra binari arrugginiti e magazzini in disuso, osservando come la forza della natura si riappropri immediatamente di ogni spazio abbandonato dalla mano dell'uomo e,...