Crea sito
Home | Archivio | Svago | Pollice verde | Primavera sul terrazzo
Pollice verde

Primavera sul terrazzo

Primavera sul terrazzo: rosmarino © leeliah99.altervista.org

Basta pioggia incessante, basta buio alle quattro del pomeriggio, basta freddo pungente che gela le ossa.
Largo finalmente alle giacchette leggere, alle ballerine colorate ma soprattutto al giardinaggio. Oh, sarà mica un caso che il criterio principale comunicato a suo tempo agli agenti immobiliari mentre si cercava casa era “un grande terrazzo con annesso appartamento”.

Superata l’iniziale diffidenza verso la terra che ti si infila sotto le unghie mentre travasi le piantine in crescita, direi che questo fine settimana è stato soddisfacente e produttivo. Devo dire anche che dà molta più soddisfazione preparare vasetti e piantare semini circondata da fiori già spuntati e pronti a godersi il sole e la brezza leggera.

Primavera sul terrazzo: muscari © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: muscari
Primavera sul terrazzo: pratoline e ranuncoli © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: pratoline e ranuncoli

Se fino a pochissimo tempo fa sentir pronunciare tagete non avrebbe prodotto alcuna immagine nella mia mente, ora non solo so che i fiori di tagete sono delle simpatiche palline gialle o arancioni, ma potrei anche stupire il mio interlocutore descrivendogli i semi di questo fiore: lunghi, sottili e bicolori.
Questi li ho piantati qualche settimana fa e nel vasetto sono spuntati quasi subito dei volenterosi ciuffetti verde scuro che continuano a crescere in altezza di giorno in giorno. Sono davvero bellini e non vedo l’ora di vedersi formare la prima palletta gialla.

Primavera sul terrazzo: piantiamo i semi di tagete © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: piantiamo i semi di tagete

Per tutte le simpatiche personcine che mi hanno chiesto “ma coi cinorrodi raccolti nel parco a dicembre com’è andata?”, ecco cos’è successo.
Per prima cosa c’è stato il meticoloso lavoro di estrazione dei semi da ogni singolo cinorrodo: alcuni erano belli ricchi, altri quasi vuoti o con due semini rinsecchiti. Confermo quanto scritto nel post dedicato:

Mi sembra di aver notato, tra quelli raccolti, che i cinorrodi più ricchi di semi siano quelli arancioni o rossi, dalla forma leggermente oblunga. In alcuni casi i semi sono già quasi fuorisciti e si notano senza difficoltà.

Primavera sul terrazzo: estrazione dei semini dai cinorrodi © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: estrazione dei semini dai cinorrodi

Dopo averli lasciati “in letargo” nel frigorifero per i mesi più freddi abbiamo notato al momento della semina che molti presentavano tracce di muffa, quindi a malincuore li abbiamo scartati. Quelli che risultavano ingrossati e scuriti sono stati piantati in diversi vasetti e ad oggi questo è il risultato:

Sabato, mentre si rinvasavano basilico, finocchietto selvatico, cetrioli e peperoni friarielli, questi narcisi hanno deciso di venire a fare un po’ di compagnia, spuntando quasi contemporaneamente in diretta.

Primavera sul terrazzo: narcisi © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: narcisi

Infine, ecco il mio angolino preferito, quello sotto la mia giurisdizione: il balcon-orto -anzi- il davanzal-orto.
Sono le piantine comprate durante l’ultima visita a Viale in Fiore e devo dire che per ora si stanno dando tutte un gran da fare. Dopo aver rapidamente dato un’occhiata alle tabelle delle consociazioni (ovvero quale piantina sta bene con quale piantina, quali invece non vanno d’accordo, ecc. …) ho rinvasato assieme quelle che dovrebbero aiutarsi a vicenda e già che ero in vena e con le mani zozze di terriccio ho piantato dei semi di pomodoro, sperando in risultati più duraturi rispetto alla volta scorsa.

Primavera sul terrazzo: orto © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: orto

L’unica che mi sta dando da penare è l’acetosa: è passato ormai quasi un mese e non è spuntato nulla, così ieri ci ho riprovato con una nuova semina, spostando poi il vaso da pieno sole ad una zona di mezz’ombra. Dita incrociate.
Intanto mi godo il rosmarino e le margherite, con buona pace del mio naso che si premura sempre più spesso di ricordarmi che a marzo oltre alla primavera arriva anche l’allergia da graminacee. Ma io me ne frego e continuo ad organizzar gitine fuori porta in giardini e parchi finora sconosciuti, preferendo dare ascolto piuttosto al mio spirito hobbit.

Primavera sul terrazzo: rosmarino © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: rosmarino
Primavera sul terrazzo: viole © leeliah99.altervista.org
Primavera sul terrazzo: viole
Cosa è successo prima:
Viale in Fiore 2014 © leeliah99.altervista.org

Viale in Fiore: è la volta degli ortaggi

Cosa è successo dopo:
Horti Tergestini 2014 © leeliah99.altervista.org

Horti Tergestini pasquali sotto la pioggia

11 commenti

Clicca qui per commentare

Tu che ne pensi?