Crea sito
Home | Archivio | Svago | Giochi | Post post-week-end
Giochi Vita vissuta

Post post-week-end

Giorno di pioggia
© Inmagine

A me non dispiace quando piove e devo andare al lavoro perché il marciapiede che devo percorrere prima di svoltare diventa lucidissimo e sembra di stare sopra uno specchio, dandomi l’illusione di star camminando tra i rami degli alberi che mi sovrastano. Però, essendo ormai ufficialmente primavera da qualche giorno, non sarebbe male una giornata un po’ più in tema, e basta con questa nebbia umidiccia e malinconica.

Dopo aver quasi definitivamente deciso a favore dell’evento previsto per sabato mi è arrivata una mail che mi ha fatto cambiare repentinamente e definitivamente -senza quasi- idea, per cui ho boicottato la faccenda con un deluso ma sonoro “e allora arrangiatevi!”, concedendomi di fare le mie cose con la sacra calma e senza stress.
Dopodiché sono andata su a UdinU col moroso e mi sono fermata a (non) dormire là, mentre domenica… joy-pad in mano e Shadow Of The Colossus, come previsto. Gli optional in più sono stati la copertina tutta avviluppata intorno per non morire congelata e lo strudel di mele annegato nel budino con l’ananas e le scaglie di cocco, tanto per coccolarsi un po’.
Verso sera però mi ha assalito un senso di ansia misto a sconforto davvero poco piacevole, ucciso a suon di buoni propositi più o meno convinti e convincenti, ma solo dopo la lacrimuccia dovuta al testo di una canzone che stavo ascoltando («and as she runs away she fears she won’t be followed, what could be worse than leaving something behind, and as the depth of oceans slowly become shallow it’s loneliness she finds»).
E che ci posso fare se ogni volta che mi allontano da casa per più di 24 ore mi partono i viaggi mentali, le domande cosmiche e i quesiti esistenziali? Boh, probabilmente pigiare il tastino di forward sul lettore mp3 e dedicarmi ad una canzoncina più grintosa ed allegra.

Voglio indire la settimana degli aperitivi e delle serate al cinema: accadrà presto e non sarà un evento ricorrente (nella sua interezza comprensiva di sette giorni consecutivi intendo).
Al “Tea Room” e al Cinecity l’ardua sentenza.

Cosa è successo prima:

Pazza pazza pazza su una terrazza

Cosa è successo dopo:

Pigiamino a righine

2 commenti

  • >_>
    <_<
    Siiiiiiiii… sono tornataaa!!!! ^^'''
    Eccomi qui dopo una bella restaurata al mio pc vekkiotto ^^
    Passo per un veloce saluto e per dire 'Presente' all'appello!!
    In attesa del pass perduta nel mio blog….

    un abbraccio!!!! ^^

  • Di nuovo bentornata! :)
    Col PC tutto nuovotto adesso, ah?
    Sai che sto per finire PoP-WW? Sono allo scontro finale con il Visir… abbastanza complesso a dire il vero, ma geniale. Non svelo niente di più per non rovinarti la sorpresa.
    A presto, un abbracciotto (tranquilla, non è per far rima con pelotto!)! :D

Clicca qui per commentare

Tu che ne pensi?