La promessa della brezza marina: anche questa volta è stata la discriminante quando si è trattato di scegliere come passare forse l’ultimo pomeriggio prima dell’inevitabile e sgradito arrivo di Polifemo, che ci arroventerà gli animi spero per l’ultima volta quest’anno.
Mostra fotografica o gita in barca? Nei musei non soffia la brezza marina, quindi si va sulle rive e si sale sul Delfino Verde, con destinazione Grignano. Anche lo scorso anno l’idea era questa, ma a Grignano non ci si è mai arrivati perché se non si leggono i cartelli con le destinazioni si finisce a Muggia, dall’altra parte. Alla fine è stato divertente comunque, ma restava il cruccio di non aver goduto della vista che offre il tragitto verso la Baia di Sistiana.

In mezzo al mar: verso Muggia col Delfino Verde

La barca era leggermente più piccola e “ballava” anche in movimento: complici i continui pugnetti entusiasti sul braccio della cinquenne seduta proprio dietro di me, posso dire che è stato un viaggio molto dinamico. Appena messo in moto il motore ed iniziata la manovra di allontanamento dalla riva, la brezza è arrivata puntuale a benedire le nostre grate testoline già semi-arrostite dal solleone ed il panorama al di là delle onde ha iniziato subito a far scattare le dita dei turisti sulle macchine fotografiche.

A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
È del tutto superfluo che dica quant’è bella Trieste dal mare, nevvero?
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il faro della Vittoria e tante casette in cui mi piacerebbe abitare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il faro è uno spettacolo visto dal mare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
In procinto di attraccare al porticciolo di Barcola per far scendere e salire i passeggeri, chi resta a bordo continua a godersi la vista del faro e delle barche ormeggiate
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Nell’attesa di ripartire verso Grignano ci si gode il mare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Tutti i presenti sul Delfino Verde hanno fotografato questa barchetta rossa, me compresa
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
La turista tedesca seduta davanti a me aspetta di veder spuntare il Castello di Miramare all’orizzonte: manca poco!
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Eccolo!
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Visto dal mare sembra ancora più imponente e meraviglioso
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
La barca gira tutto attorno al Castello di Miramare prima di raggiungere il porticciolo di Grignano
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Quante foto si possono scattare da ogni angolazione diversa?
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
La goduria per gli occhi continua
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il Castello non si vede più, nascosto dietro agli alberi, ma dal verde spunta il Castelletto
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Eccoci arrivati al porticciolo di Grignano
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Prima di scendere dalla barca, ancora uno sguardo al mare
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il Delfino Verde ormeggiato a Grignano
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Siamo scesi
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Eccolo in tutto il suo grandangolare splendore
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Dalla barca all’autobus: passeggiatina sul molo in attesa di tornare indietro via terra
A Grignano col Delfino Verde © leeliah99.altervista.org
Il Delfino Verde riparte verso l’ultima tappa del suo tragitto

Il servizio marittimo da Trieste a Sistiana rimarrà disponibile fino al 7 settembre (su TriesteTrasporti trovate orari e costi) e se Polifemo non fa troppo il guastafeste potrei bissare facendo il percorso inverso: arrivare a Grignano con l’autobus e tornare via mare con l’ultima barca, prevista giusta giusta al momento del tramonto.
Ho anche un biglietto omaggio per Muggia e chissà che non ripeta l’esperienza della scorsa estate con l’aggiunta di un gelatino all’ombra del Castello di Muggia?

Cosa è successo prima:
Lungomare di Barcola a Trieste © leeliah99.altervista.org

Di estati attese ed estati sgualcite

Cosa è successo dopo:
Passeggiata sulle rive di Trieste © leeliah99.altervista.org

Passeggiata di un mercoledì pomeriggio sulle rive di Trieste

_______

Questo post è stato letto 47 volte.
Puoi seguire il blog su Twitter e su Facebook.

6 Commenti

  1. Ricordo questo castello da altri tuoi post, goderselo stando al fresco su una barca in mezzo al mare mi sembra un’ottima idea per passare un caldo pomeriggio

    • Mi sa che ho fatto giusto in tempo: da stamattina diluvia e le previsioni sono un po’ monotone per i prossimi giorni, vedremo.

  2. E perchè non un giro fino a Grado con qualche bella foto del centro storico? Mi sembrano abbiano prorogato il servizio fino a metà settembre… ;)

    • Ci sto pensando, ho letto oggi della proroga…spero di non beccare un neverin tipo oggi pomeriggio :D

Tu che ne pensi?