Spuntano mercatini in ogni dove ultimamente a Trieste, per la gioia degli appassionati e della sottoscritta che li usa spesso e volentieri come anti-stress dopo delle giornate difficili: c’è chi colora mandala, chi passeggia con la macchina fotografica a tracolla cercando l’inquadratura giusta.
Quando ho letto di questo nuovo mercatino, gemellato con il Villaggio Francese natalizio, ho spiato la webcam di Piazza della Borsa dove sarebbe stato allestito e appena ho visto spuntare il Moulin Rouge in miniatura ho capito che ci sarei voluta assolutamente andare. Le casette non erano quelle solite in legno, ma per l’occasione gli stand erano ospitati in deliziose casine color lavanda e turchese con scritte e decori liberty, in perfetto stile Belle Époque. A rendere l’insieme ancora più piacevole e “fotografabile” una delle piazze più belle della città, incorniciata da palazzi che offrivano lo scenario perfetto a questo mercatino.

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Se ci fate caso, nella foto qui sopra appare (per me come un miraggio nel deserto) la scritta “Patate Provençale”: ebbene, dopo il mercato di Piazza Europa di cui ho scritto nel post precedente il mio radar personale continua a condurmi senza sbagliare un colpo nei pressi del mio cibo preferito (e ancora un po’ proibito, ahimé!).

Tra i cibi più richiesti gli immancabili macarons e le ancor più tipiche baguettes, ma l’importante per me è che non manchi lo stand della lavanda: per fortuna ce n’era uno interamente dedicato alla pianta dal profumo più buono del mondo, provvisto anche di un gentile signore che ne elargiva manciatine se lo guardavi con occhietti speranzosi.  blush

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

La giornata splendida con temperature quasi estive ha reso il tutto ancora più rilassante e piacevole, e ne avevo proprio un gran bisogno. Organizziamo mercatini sempre e ovunque, grazie.
So già che il prossimo appuntamento sarà nel Parco di San Giovanni per il BioEst all’inizio del mese prossimo, quindi molto bene, viva i mercatini!

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Belle Époque, mercatino francese a Trieste © leeliah99.altervista.org

Cosa è successo prima:
Piazza Europa a Trieste © leeliah99.altervista.org

Piazza Europa a Trieste: folle, tillandsie e il richiamo delle patatine fritte

Cosa è successo dopo:
BioEst 2017 al Parco di San Giovanni a Trieste © leeliah99.altervista.org

BioEst tra le rose nel Parco di San Giovanni

_______

Questo post è stato letto 47 volte, condividilo se ti è piaciuto:

4 Commenti

  1. No ma voi a Trieste siete troppo avanti !! Ma io me li sogno tutti questi mercatini !!
    Questo poi mi sembra a dir poco fantastico !
    Non so se sono le tue foto straordinarie a rendermelo così appetibile ma l’allestimento mi sembra davvero originale e ben fatto…subito mi sono innamorata dei cesti esposti davanti allo stand della lavanda !
    Secondo me ti dovrebbero minimo fare assessore al turismo perchè come ce la mostri tu Trieste nessun altro mai e se non fosse così lontana penso che ci verrei una domenica sì e un’altra pure ;)
    Un abbraccio grande

    • Ci stanno dando dentro con i mercatini quest’anno, hai visto? Io sono una fan, quindi gongolo. :D
      Lo stand della lavanda è stato il mio preferito, mi piaceva tantissimo il carrettino di legno con i cestini delle saponette profumate e poi il profumo… non resisto!!!
      So che sei lontana, ma secondo me il fascino di Trieste prima o poi ti porterà qui e avrai una guida d’eccezione (ehm, modestia a parte!). ;)

  2. Quante belle iniziative da quelle parti!!! :)
    Io sarei corsa subito dalla paella *_*
    Ahahah ;)

    Un abbraccio!
    Non vedo l’ora di leggere del tuo prossimo reportage!

    • La paella ha tentato molto anche me, il profumo era davvero invitante, anche se ammetto di essere stata parecchio distratta dalla presenza lì vicino delle patate provenzali. :P
      Ti abbraccio forte! <3

Tu che ne pensi?