Se avete costruito castelli in aria, non fate che il vostro lavoro vada sprecato; è là che dovrebbero trovarsi. Ora metteteci sotto le fondamenta.

(Thoreau)

*Modalità Pollyanna ON*
Quattro giorni di vacanza per il ponte del 1° maggio sono un toccasana: decidere di trascorrerli onorando Sacro Ozio è stato istruttivo e rigenerante. Ho CREATO.
I miei luoghi d’azione prediletti sono stati il terrazzone e la cucina.

Rose sul terrazzo © leeliah99.altervista.org
Rose sul terrazzo

Ho raccontato favolette alla pianta di pomodoro cercando di motivarla a crescere sana e forte; ho inaugurato il frullatore preparando un fantastico “smoothie” a base di fragole / banana / pera / yogurt alla ciliegia / succo di limone; ho finito di leggere il libro designato come protagonista al prossimo incontro col Gruppo di Lettura; ho “inventato” una ricetta per i grissini fatti in casa (che va ampliata e ripetuta vieppiù volte, con varianti più o meno speziate).

Frullato © leeliah99.altervista.org
Frullato
Grissini caserecci © leeliah99.altervista.org
Grissini caserecci

Già che c’ero mi sono sparata una mini maratona di episodi dell’A-Team in lingua originale e senza sottotitoli apprezzando particolarmente senza troppi sensi di colpa la presenza del tanto bistrattato Frankie e della sua immancabile aria da sborone patentato con chewing gum in dotazione.

A-Team maratona © leeliah99.altervista.org

Con una certa apprensione venerdì ho ritirato i risultati degli esami richiesti da un medico riluttante convinto che la causa del mio star male non sia fisiologica ma “di testa”. Mi sono ritrovata a non sapere se preferivo confermare questa tesi o piuttosto scoprire che avevo qualche forma di virus (come ragiono bene a volte!). Ho aperto la busta del referto con una certa tremarella dovuta alla strizza e ho scorso quelle poche righe in 2 secondi netti: non c’ho un piffero di niente! Ergo, aveva ragione il dottore.

Facciamo far pace alla mia testa e alla mia pancia, orsù.

Cosa è successo prima:
Breakfast at Tiffany

Sveglia alle 08.00!

Cosa è successo dopo:
Rose sul terrazzo © leeliah99.altervista.org

Qualcosa che non c'è

_______

Questo post è stato letto 176 volte.
Puoi seguire il blog su Twitter e su Facebook.

11 Commenti

  1. Quante cose hai fatto :) Le rose hanno un aspetto bellissmo, così come il frullato e i grissini al momento mi fanno una gran voglia.

    • Non posso prendermi il merito per le rose, per tutto il resto invece sì. Ora che ho scoperto quante cose meravigliose si possono fare con la pasta sfoglia mi barricherò in cucina a sfornare grissini, brioches, vol-au-vent, quiches……. . :D

  2. Dai, sapere di non avere ULTERIORI problemi è sempre un bel sapere!! :) la mia crudelissima dieta mi priva sia dei grissini che della frutta, quindi ti sembrerà incredibile ma ti invidio tantissimo il menù! :D

    • Il sollievo è dovuto soprattutto al fatto che posso evitare schifiltosi antibiotici!
      La tua dieta dev’essere veramente *malvagia*: neanche la frutta ti è concessa??? Vabbè dai, resisti, che non dovrai farla a lungo, no? E poi ti resta sempre la consolazione di un ottimo caffè. :)

  3. Vedo che non ti sei per nulla annoiata ;-) neanche io sai…ho deciso di far la sacher! tu dirai dovevi aspettare Hannibal per farla? ebbene si…mi son detta o la faccio ora o mi tocca aspettar il prossimo inverno. Poi ho stanato uno scorpione dietro l’armadio ikea dei nipotastri, cosa non facile visto che era fissato diligentemente al muro…e poi son stata in ValRosandra a vedere il disastro che ha fatto la protezione civile (tutto documentato nel mio prossimo post!)…e domani sai dove vado? alla ricerca di Geoffrey Rush, il caro logopedista Logue di “Il discorso del Re”, che in questi giorni sta girando nella nostra città un film di Tornatore!

    • Hannibal il ciclone immagino, non quello di “Adoro i piani ben riusciti”. ;) Che bontà peccaminosa (e proibita ahimè) la Sacher!!!
      Ho visto le foto: povera Val Rosandra, che scempio!
      Ehi, anch’io voglio stanare le celebrities!!! In questi giorni stavano girando in Piazza Oberdan e poi si spostano in zona Borgo Teresiano se non ho capito male: dicono che il set è completamente blindato ma conoscendo i tuoi precedenti potresti farcela ad incontrarlo! :) Se sei ancora “a caccia” quando finisco il turno ti raggiungo.

  4. ispirata dal tuo post ho provato a farmi anche io un frullato con frutta e carote ma non è venuto per niente bene! uffa, prossima volta lascio stare le carote e faccio un misto di qualcosa di più gustoso…

    • Intanto son contenta di averti ispirata! :)
      Le carote secondo me rendono bene assieme alla mela e con l’accompagnamento di succo di limone. Non ho ancora provato invece a cimentarmi con i frullati a base di verdure perché temo di non riuscire ad apprezzarli. ;)
      Ritenta, non arrenderti, troverai il giusto mix di ingredienti a forza di tentare: se non viene bene puoi sempre riciclarlo come zuppa o metterlo nel congelatore e farne dei ghiaccioli.

  5. Ogni volta che ricapito sul tuo blog mi chiedo come mai non vengo a leggerti più spesso, accidenti a me!
    Bellissime foto… mi ritrovo molto nei tuoi post, perché infili fotografie fatte in qualsiasi contesto sempre.
    Per me non è necessario avere uno scenario architettato da fotografare, adoro ritrarre cose casuali, ambienti anche domestici, casalinghi, intimi, nulla di per forza fantasmagorico.
    Amiamo le macro entrambe, a quanto vedo, e sicuramente c’entra qualcosa l’amore per di dettagli, il vedere belle le piccole cose, nei loro punti più invisibili e sottovalutati.
    Complimenti per la passione culinaria… mi viene il languore solo a vedere quei grissimi col sesamo *__*

    • Bentornata! Ti capisco, anch’io cerco di seguire tutti i blog interessanti e non perdermi gli aggiornamenti, ma ogni tanto in biblioteca tocca pure lavorare! :D
      Sono una fan delle foto spontanee, infatti le poche volte in cui mi convincono a comparire davanti all’obbiettivo sono in gran difficoltà e cerco sempre di svicolare, pur ammirando poi certi ritratti favolosi su flickr o deviantart.
      I grissini poi li ho rifatti aggiungendoci un ripieno inventato sul momento con quello che offriva la dispensa: meglio che non ci ripenso adesso che mi vien fame.
      Buona serata!

Tu che ne pensi?