Crea sito
Home | Archivio | Svago | Cinema | 10 film che… francamente speravo meglio!
Cinema

10 film che… francamente speravo meglio!

10 film... che francamente speravo meglio

Mentre luglio si dilettava ad imitare novembre ed una gioviale pseudo-influenza virale si premurava di tenermi compagnia, ho incastonato le chiappe nel divano dedicandomi alla visione di questi 10 film che… francamente speravo meglio, come da titolo del post. wink

10 film... che francamente speravo meglio

1) Il primo è stato Elysium, che di film fantascientifici non ce n’è mai abbastanza. 
Non mi aspettavo alcune scene un po’ cruente che mi hanno fatta trasalire davanti allo schermo e soprattutto non credevo che l’antipatia nei confronti di Sharlto Copley potesse crescere così a dismisura: poraccio, non ha colpa lui, è che nessuno può interpretare il capitano Murdock dell’A-Team se non Dwight Schultz in persona, e poi non ho affatto gradito quello che ha fatto in questo film a Julio, interpretato da Diego Luna, che al contrario del collega mi piace tantissimissimo.
La cosa più figa del film è la capsula che chiunque vorrebbe avere in casa: ti ci infili dentro, quella ti scannerizza, ti dice cosa non funziona nel tuo organismo e te lo ripara come se niente fosse, così tu ne ri-esci bel bello tutto arzillo e pimpante, anche se un minuto prima stavi per morire… o ti era appena esplosa una granata in muso.

Elysium: Diego Luna
Elysium: Diego Luna

2) Per restare sulla fantascienza sono passata ad After Earth – Dopo la fine del mondo, quello con Will Smith e suo figlio. Ho letto che è stato un fiasco al botteghino, ma devo dire che a me è piaciuto parecchio. Ha incontrato ogni aspettativa, superandosi nel finale con una battuta esilarante quanto onesta in grado di reggere da sola l’intera baracca.
Gli URSA, mostricci capaci di vedere gli umani solo attraverso i feromoni emanati a causa della paura, sono brutti assai (tipo Alien) e molto minacciosi: la scena in cima al vulcano secondo me è veramente ben girata e Smith junior è proprio bravo. Il pericolo è reale, la paura è una scelta.

3) Cambiando del tutto genere ho ripiegato su Alla ricerca di Jane, film che tuttora non saprei se definire poco pretenzioso o più semplicemente idiota. C’è Bret McKenzie, che basta la faccia a far ridere, e la scena nell’aeroporto con la citazione Hobbit-related è buffa e ci sta alla grande (per chi non lo sapesse, suddetto attore è diventato famoso ne Il Signore degli Anelli e recentemente ancora di più grazie a Lo Hobbit nei panni dell’elfo più improbabile e simpatico della Terra di Mezzo).
Speravo si vedesse qualche bucolico paesaggio inglese, ma mi è andata male. Comunque, momenti al limite del demenziale e grottesco a parte, il film è esilarante, con un finale che più scontato non si poteva.

4) I sogni segreti di Walter Mitty era uno dei tanti film che avrei voluto andare a vedere al cinema, ma poi non c’era stata occasione. Mi aspettavo qualcosa di diverso dai trailer, ma tutto sommato risulta un film godibile, per quanto poco verosimile… o forse proprio per quello. Magari lo stimolo a viaggiare, esplorare e scoprire il mondo viene recepito meglio se non si è bloccati a casa da un’influenza balorda.

5) Il mio talento a scovare film sconosciuti mai sentiti nominare prima mi ha portata a guardare A proposito di Steve, commediucola retta dalla presenza sempre vincente della splendida Sandra Bullock e -per le devote ammiratrici- del sempre quasi troppo sorridente Bradley Cooper. La trama non è banale: la Bullock è una ragazza un po’ strambetta che crea cruciverba per il giornale locale, parla con la sua criceta e non si separa mai dai suoi stivaloni rossi; si prende una cotta per lui, cameraman in giro per il paese a caccia di scoop, e lo segue in un susseguirsi di situazioni paradossali ma mai fastidiose.

6) Altro film che quasi quasi vedevo al cinema, Saving Mr Banks: la storia di come è nata Mary Poppins. L’inquadratura iniziale del viale londinese con i ciliegi in fiore mi ha lasciata di stucco e sarebbe bastata a farmi dire che bel film!, ma anche il resto è stato piacevole. Tristignaccolo, ma piacevole. D’altra parte la storia non è delle più allegre, Tom Hanks ed Emma Thompson sono piuttosto capaci di recitare scene intense, e certe canzoni aiutano a far inumidire gli occhietti.

Saving Mr Banks, London
L’esterno della casa di P.L. Travers al 50 di Smith Street a Chelsea, Londra

7) Guardando il trailer di Oblivion pensavo di sapere cosa aspettarmi dal film: astronavi, robe volanti, umanità incasinata ed inseguimenti alla Star Trek. Non sono rimasta delusa perché tutto questo c’è, più un paio di Tom Cruise e la sensazione a circa ¾ di film di non aver capito una banana di quello che stava succedendo.
Alla fine si sistema tutto, ma qualche insidioso dubbietto rimane. Avrò capito giusto? Buh.

8) Ormai lanciatissima con la fantascienza mi sono sparata anche In time, dove l’unica merce di scambio che conta non è il denaro ma il tempo. Il giorno in cui compi 25 anni ti svegli ritrovandoti un timer digitale sul braccio con un anno di vita bonus: spetta a te riuscire a ricaricarlo per far sì che non arrivi mai a zero. Se non ci riesci, muori. I privilegiati hanno a disposizione decenni se non addirittura secoli, mentre la maggior parte della gente si arrabatta, scambia o nel peggiore dei casi, ruba il tempo. Ad incasinare la routine e fornire una trama ci pensa Justin Timberlake (che di solito mi fa un baffo, ma qui è davvero figo) in collaborazione con Amanda Seyfried, bellissima anche se non ho smesso di pensare per tutto il tempo che sembrava avesse una parrucca.

9) Ennesimo trailer che mi aveva dato un’idea completamente diversa di come sarebbe stato il film, quello di Storia di una ladra di libri. Tragico è tragico, eccome. Il finale mi è sembrato frettoloso ed inconcludente, ma la storia è davvero emozionante e Geoffrey Rush è un attore eccezionale.

Storia di una ladra di libri
Storia di una ladra di libri

10) Ultimo in ordine di tempo, Jobs. Non sapevo granché su Steve Jobs e tuttora non sono sicura di quanto sia fedele al vero la ricostruzione. È innegabile l’impegno di Ashton Kutcher a calarsi nel personaggio (la camminata si nota), solo che avrei preferito saperne di più su come le capacità di quest’uomo visionario siano venute a galla.
Doveroso da parte mia segnalare un cammeo di Masi Oka, l’indimenticabile Hiro Nakamura di Heroes.

Avete visto qualcuno di questi film? Ne avete altri da consigliarmi se il meteo continua ad essere così convinto che siamo prossimi all’inverno?

Cosa è successo prima:
Estate autunnale © leeliah99.altervista.org

Estate travestita da autunno

Cosa è successo dopo:
Nikon1 S1

Compatta o Reflex? Mirrorless

9 commenti

  • Ma alla fine quello con Will Smith ti è piaciuto, da quanto leggo. Io ho visto quello con Ben Stiller, Walter Mitty, al cinema, gli altri non li ho ancora visti. Leggendo i tuoi commenti m’ispira anche Elysium, e forse anche Oblivion, giusto per vedere se ci capisco almeno qualcosa!!! ;)

    • Massì, diciamo che quelli di fantascienza mi piacciono comunque… solo che speravo meglio! :P Sono troppo esigente, lo so, la colpa è di Peter Jackson!
      After Earth te lo consiglio più degli altri. Elysium in edizione estesa, forse, sarebbe più convincente, mi è sembrato troppo corto (di nuovo colpa di Peter Jackson!). ;)

    • Quello della foto? Buongustaia! ;)
      Questioni estetiche a parte, il personaggio di Julio è fichissimo, peccato non l’abbiano sviluppato di più, ma è il problema di quasi tutti i film con tanta azione e tanti colpi di scena che vanno a discapito di momenti più introspettivi.

  • Di quelli elencati ho visto solo In time, mi è piaciuto e sono dell’idea che con un’altra regia e con altri attori avrebbe avuto più successo.
    Per restare in tema fantascienza ti consiglio District 9. Non è male, alcune scene possono far impressione ma l’idea generale secondo me è buona.
    Inception l’hai visto, vero? Se no, sai già cosa fare SUBITO.

    Certo è che con ‘sto meteo è dura riempire il tempo fino al 17 dicembre, no? :)

    • District 9 l’ho iniziato ma sono troppo “impressionevole” (e poi, Sharlto Copley… sul serio?!). Inception visto e piaciutissimo.
      A proposito di 17 dicembre, oggi è uscita la prima scena dall’extended edition con i nani nel Bosco Atro. ;)

  • Che bella scorpacciata di film hai fatto!
    Tra questi ho visto “Storia di una ladra di libri”, che io ho trovato malinconico ma alla fine ben equilibrato grazie all’amore della lettura della piccola protagonista che ha cercato cosi di combattere l’orrore della guerra. Poi ho visto anche il film sulla storia di Mary Poppins, a dir modo magico.
    Mi ha incuriosito invece il film con la Bullock che non ho ancora visto!
    Quali film poteri consigliati? Vediamo…prova con ” Ricordami ancora”, io l’ho trovato stupendo!

    • Non potendo fare scorpacciate d’altro, uno si arrangia! ;)
      Guarderò cos’è il film che mi hai consigliato, ma dal titolo mi sembra che potrebbe essere tristezzevole, o sbaglio?

  • Invece è divertentissimo! Almeno a me è piaciuto un sacco. Protagonisti sono la Rory Gilmore di Una mamma per amica e Chuch ;)

Clicca qui per commentare

Tu che ne pensi?